Cerca
  • Distretto Rotary 2042

Emergenza Covid - Fase 1

Aggiornato il: nov 18

Nell'anno rotariano 2019/2020 il Governatore Giuseppe Navarini ha attivato una task force per fronteggiare l'emergenza COVID-19 in collaborazione con diverse istituzioni territoriali e settoriali.






L’obiettivo del progetto Covid-19 Emergency è di unire le forze a livello, non solo nazionale, ma anche internazionale per far fronte al virus che ha colpito in particolare la Lombardia e Bergamo. Il Distretto 2042 è quindi costantemente impegnato nel cercare forniture e donazioni di prodotti sanitari necessari per aiutare il personale medico a combattere in forze questa epidemia.

Cosa abbiamo fatto ad oggi, nel 2020:

1000 tute protettive sono state consegnate alla Fondazione Pro Elisoccorso;

diversi flaconi di gel lavamani disinfettante sono stati consegnati alla Polizia Municipale di Bergamo per essere distribuiti ai volontari bergamaschi per la consegna di pasti a domicilio;

uno stock di 509 guanti, 300 mascherine FFP2 e 350 tute protettive sono stati consegnati all’Ospedale di Merate;

8.000 mascherine con filtro FFP2 sono state inviate all’ATS di Bergamo e altre 10.000 sono state distribuite ad altri distretti italiani bisognosi;

10.000 mascherine chirurgiche insieme a 1.620 mascherine con filtro (FFP2) sono state trasferite all’ATS di Bergamo per lo smistamento;

2.880 flaconi di gel disinfettate sono stati consegnato alla Fondazione Don Gnocchi;

2300 paia di guanti e 50 tute sono stati recuperati per il 118 di Como;

1200 mascherine sono state ritirate dal Consorzio Comuni della Bassa Bergamasca;

numerose mascherine sono state consegnate ad Artelier Cooperativa Sociale;

1000 mascherine FFP2, donate da Itema Group, sono state consegnate al Comune di Bergamo e destinate agli operatori per l'emergenza sanitaria;

1700 mascherine FFP2 sono state donate, grazie al contributo di Comac e dei suoi collaboratori, all’ATS di Bergamo per i medici di medicina generale di tutta la provincia bergamasca;

5800 mascherine sono arrivate in Italia con il contributo del Rotary Club cinese di Suzhou e saranno destinate alle ATS bergamasche;

100 litri di liquido disinfettante sono stati consegnati all’Ospedale “M.O.A. Locatelli" di Piario (BG), grazie al contributo di Italgen, e altri 150 litri sono stati recapitati, grazie alla donazione di Chimiver, alla Fondazione Casa di Riposo Villa della Pace di Stezzano (BG);

le prime 10.000 mascherine chirurgiche di produzione italiana, acquistate grazie ad una cospicua sponsorizzazione di Itema Group, sono state consegnate al Sindaco Giorgio Gori da una staffetta dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Bergamo organizzata e guidata da Michele Taddei, carabiniere in congedo e socio del Rotary Club Bergamo Città Alta;

1.000.000 di mascherine chirurgiche sono state acquisite anche per conto e con il supporto finanziario degli altri Distretti italiani. 550.000 saranno consegnate ai vari Distretti che le assegneranno alle strutture sanitarie dei rispettivi territori. 450.000 saranno destinate alla Lombardia, per la precisione a: ATS Bergamo, Comune di Bergamo, Fondazione Carisma Bergamo, Policlinico di Ponte San Pietro (BG), ASST Bergamo Est, ANPAS Croce Bianca Bergamo, AAT 118 Como, Fondazione Clotilde Rango Onlus (CO), RSA Villa Citterio Como, ASST Valtellina e Alto Lario, Ospedale di Vimercate, Ospedale San Gerardo di Monza, Fondazione Don Gnocchi, ASST Ovest Milanese, ASST Rhodense (MI), ATS Insubria, Croce Rossa di Tradate (VA);

106.000 mascherine FFP2 saranno distribuite a: ATS Bergamo, Consorzio Comuni della Pianura Bergamasca, Policlinico di Ponte San Pietro (BG), ASST Bergamo Est, ANPAS Croce Bianca Bergamo, Fondazione Casa di Riposo Villa della Pace di Stezzano (BG), Comune di Capriate San Gervasio (BG), AAT 118 Como, RSA Villa Citterio Como, Casa di Gabri (CO), RSD di Cassina Rizzardi (CO), Fondazione Clotilde Rango Onlus (CO), AAT 118 Lecco, ASST Valtellina e Alto Lario, ATS della Montagna, Fondazione Don Gnocchi, ASST Ovest Milanese, ATS Insubria, Ospedale San Gerardo di Monza, RSA Villa Teruzzi Concorezzo (MB), Ospedale di Vimercate (MB);

tre ozonizzatori sono stati acquistati per la Fondazione Elisoccorso che li ha donati all'AAT Lariana per la sanificazione delle ambulanze e dell'elicottero;

24 monitor da terapia intensiva di produzione USA sono stati donati all’Ospedale di Bergamo con un finanziamento congiunto Communitas Onlus, Confindustria Bergamo e Indeva SpA;

1.000 camici usa e getta sono stati consegnati all’Ospedale da campo degli alpini a Bergamo, all’ASST Bergamo Ovest e alla Fondazione Bosis;

10.000 mascherine chirurgiche, acquistate grazie alla generosa sponsorizzazione di Itema Group, sono state recapitate al Comune di Bergamo;

su richiesta dell’ATS di Bergamo, è partito il servizio di ritiro a domicilio di saturimetri e concentratori di ossigeno presso le case di oltre 500 pazienti guariti. Un furgone appositamente allestito con personale specializzato può raggiungere ogni angolo della provincia di Bergamo per prendere in consegna gli apparecchi, procedere alla loro sanificazione, chiuderli in involucri sterili e occuparsi poi della riconsegna presso la sede dell’ATS;

è nato il progetto Frontline, Notizie dal Fronte in collaborazione con l’Ospedale Papa Giovanni XXIII: 12 video divulgativi, realizzati direttamente all'interno dei reparti, che vedono protagonisti i medici coinvolti nell'emergenza Covid. L’obiettivo è diffonderli il più possibile non solo a livello nazionale, ma internazionale. Attraverso questi brevi filmati, i diversi operatori dell'Ospedale di Bergamo mettono in evidenza alcuni aspetti della loro attività professionale durante l'emergenza delle ultime settimane, a beneficio di altri operatori di strutture ospedaliere che si trovino ad affrontare lo stesso tipo di criticità;

10.000 sono state consegnate al Comune di Como;

mascherine chirurgiche sono state distribuite ai piccoli Comuni della Provincia bergamasca e al Comune di Varese;

l’Ospedale San Gerardo di Monza, dopo la donazione di 10.000 mascherine FFP2 e 10.000 mascherine chirurgiche, ha ricevuto 80 tute protettive per il reparto di Terapia Intensiva Generale;

1250 mascherine sono state donate al carcere di Busto Arsizio;

1000 confezioni di vitamina C e 1500 pilloliere di vitamina D3 sono in consegna RSA e centri per disabili delle province del Distretto;

il Distretto Rotary 2042, avvalendosi della competenza e della collaborazione dell'Asst Bergamo Est, con Porsche Consulting e Multiply Labs, in accordo con la Ats di Bergamo, sta promuovendo un progetto pilota per la sperimentazione di tecnologie innovative e di modalità organizzative capaci di rivoluzionare i processi operativi delle strutture di

laboratorio per la processazione di tamponi. Attraverso tali tecnologie, i laboratori saranno in grado di processare oltre 2000 tamponi al giorno, un servizio senza precedenti, a disposizione per il momento della provincia di Bergamo a cui il Distretto ha donato due macchinari;

grazie all’attivazione di un Global Grant nazionale che ha coinvolto anche Rotary Club Americani e Giapponesi, l’ATS Bergamo est, l’Ospedale San Gerardo di Monza e l’ATS Varese sono tra le 28 strutture italiane che potranno ricevere dei kit di tecnologia innovativa in grado di minimizzare il rischio di infezione degli operatori e favorire l’interruzione della catena di infezione;

il Call center Rotary Assistenza Covid-19, al numero 02 8498 8498, è stato attivato per tutti i cittadini che non si trovano in situazioni strettamente emergenziali, ma che presentano sintomi “lievi e moderati” e necessitano di approfondimenti riguardo al proprio stato di salute. Il servizio sta funzionando a pieno ritmo anche grazie ai 90 giovani Rotaractiani a disposizione per fornire informazioni utili e di carattere pratico a chi si trova in isolamento domiciliare e necessita di aiuto per fare la spesa o per ricevere farmaci a domicilio. Il Distretto Rotary Metropolitano di Milano 2041 ha aderito all’iniziativa e alle 100 linee, già attivate dal nostro Distretto, si sono aggiunte altre 20 linee oltre al nuovo servizio di messaggistica creato appositamente su richiesta di Emergenza Sordi APS per permettere la fruizione del servizio anche alle persone sorde;

una Commissione Farmaceutica costituita da tre farmacisti e un chimico farmaceutico, è stata istituita con il compito di vagliare le singole richieste provenienti delle diverse strutture per il recupero di farmaci utili alla cura del Coronavirus. La Commissione Farmaceutica ha concretizzato un primo acquisto di 500 dosi di farmaco antimalarico PLAQUENIL che sono state consegnate all’Ospedale di Alzano Lombardo (BG);

un “ufficio export” è stato stabilito a Shanghai per mantenere un contatto diretto con i fornitori ed assisterli nelle procedure di export;

10 Rotary Club di Shanghai daranno il loro supporto garantendo il credito del Distretto 2042 presso le banche locali, così da favorire gli acquisti di materiale sanitario direttamente in Cina;

grazie al Crowdfunding del Distretto, una donazione di 5.000 Euro è arrivata dal Rotary Club Stuttgart Solitude insieme ad altre 11.000 Euro provenienti dalla Rotary Stiftung Stuttgart. Queste donazioni saranno utilizzate per il recupero di materiale sanitario da destinare al Policlinico di Ponte San Pietro (BG). Altre donazioni arrivano da un gruppo di Rotary Club ticinesi e sfiorano i 12.000 Euro. Anch’esse saranno destinate alla fornitura di materiale sanitario per ATS, strutture ospedaliere e di soccorso lombarde;

grazie alle comunicazioni intercorse tra il Distretto e il socio del Rotary Club Ludwigsburg, nonché Presidente del Landrat di Ludwigsburg, Dietmar Allgaier, si è riusciti ad ottenere l’assenso del Ministro Presidente del Baden-Württemberg Kretschmann ad ospitare pazienti, che non possono trovare posto negli ospedali di Bergamo, presso il reparto di terapia intensiva Covid-19 dell’Ospedale Klinikum di Ludwigsburg. Grazie a questa collaborazione sono già stati trasferiti 44 pazienti da Bergamo ai reparti di terapia intensiva

degli ospedali di Bochum, Bonn e Colonia. Il canale rimane aperto in caso di necessità da parte della Protezione Civile.

Il Rotary Distretto 2042 non si ferma qui e persegue nell’obiettivo di raccogliere il maggior numero possibile di prodotti sanitari, indispensabili per far fronte all’emergenza Coronavirus.

3 visualizzazioni

Distretto 2042 R.I. Via Canova 19A - 20145 Milano |  +39 02 3658 0222 |  segreteria@rotary2042.it
Codice Fiscale: 97659930156